Ernie e la sua spugna.

15 marzo, 2007

Per chi non lo sapesse – Ernie – quel riccio odioso della Spontex [azienda che vende prodotti in cellulosa e lattice per l’igiene della casa, protezioni per le mani e igiene della persona] che se la fa con una spugna abrasiva nella pubblicità in tivvù – ora è anche l’icona di una nuova interpretazione del Kamasutra.

Voglio ricordare la loro vision enunciata sul sito: 1. Noi di Spontex sogniamo e ci impegniamo ogni giorno per creare un mondo più pulito e sicuro dove ognuno si senta più protetto e felice. 2. Diventare per tutti sinonimo di pulito. Di più: essere il pulito. 3. Essere riconosciuti come l’azienda dell’eccellenza nel pensare e dell’entusiasmo nel fare.

Abbiamo scelto di riconfermare il riccio Ernie come testimonial di Spontex grazie al grande successo ottenuto dalla campagna pubblicitaria lo scorso anno” – afferma Riccardo Bianco, amministratore delegato di Mapa Spontex Italia.

Qualche dato aggiuntivo. La pianificazione è a cura di OMD e prevede oltre 500 spot, più di 230 milioni di contatti e una pressione in prime time superiore al 30%. Lo spot è ideato dall’agenzia TBWA Parigi e prodotto da Les Producers con la regia di Jeremy Haccoun.

Annunci

2 Risposte to “Ernie e la sua spugna.”

  1. parolamia06 Says:

    oh mio dio che gioia immensa!
    mi hanno praticamente martorizzata quando ne parlai qui:
    http://lodireicosi.splinder.com/post/11010324/Ma+l%27amore+no
    grazie!

  2. nastenka Says:

    :D Il mondo non ci comprende.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: