Una boccata di leggerezza

6 maggio, 2006


“Che strano esilio essere esiliati dalla propria infanzia.”
Antoine De Saint-Exupèry

Ieri pomeriggio in Biblioteca ad Asti si è presentato Passepartout, così alla sua terza edizione, ed il suo fratellino disordinato Dappertout. L'anello di congiunzione è la mostra di una ragazza speciale, Martina Benoni, che ho scovato [o si è fatta scovare!] grazie al concorso Sedani. E così esporrà 15 delle sue tavole nelle cantine del Michelerio, dal 24 al 28 Maggio. Muovendosi in una dimensione che innegabilmente riporta alla poetica sognante di Folon, Martina Benoni rende vitali i propri lavori di energia delicata e fiabesca: il tratto è leggero, sfumato, ma nello stesso tempo attento a definire i caratteri del soggetto.

Di lei hanno scritto: "Infinitamente divisi tra lo stare in equilibrio e il cadere, tra l’essere smarriti e il comprendere, tra  il guardarsi la punta dei piedi e il fuggire, le sue Creature si muovono in un Universo Crudele camuffato da Universo Leggero. L’essere Diversi è il Meraviglioso, l’essere Uguali è il non aver bocca. Per dare voce alle sue filastrocche Martina ha preso il sentiero dell’Illustrazione, una viuzza stretta tra le autostrade dell’Arte, in cui si possono toccare i cespugli, raccogliere le more, trovare gusci di noce sopra i muri di sasso che le fanno da lieve confine. Come colui che si accompagna all’amico malinconico che “parla una specie di tenero dialetto”, ha voluto accendere una piccola lampada ad olio nella stanza buia del Ventre, dove la seggiola rimane immobile sulla scacchiera vuota. Come chi non vuole essere esiliato dalla propria infanzia, ha scelto di riviverla nella Cura dei suoi Bambini che guardano il Mare, nel Culla delle sue Bambole Senza Vita sedute su sedie molto alte, nella Casa piccola di chi è troppo grande per entrare, ma continua a bussare alla porta. Nella continua ricerca di uno stile che cresca del tutto personale e puro, lo spaesato incantesimo del capire che dalla punta delle sue dita possa pendere una matita le fa sempre compagnia."

Annunci

Una Risposta to “Una boccata di leggerezza”

  1. s Says:

    bellissima questa illustrazione. mi segno il nome dell’artista..


  2. […] Capisci che il mondo è un fazzoletto di carta quando scopri che LEI – vicentina ricciolina con gli uccellini tra i capelli – conosce LEI – stellina torinese con la testa tra le nuvole. E capisci anche che allora esistono ancora persone in grado di fare bello questo mondo con dell’arte positiva, fresca. […]


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: