Non guardare MTV

2 maggio, 2006

Ragazzi, cliccate qui sopra. Sapete di cosa si tratta? Di una campagna "autodenigratoria" di MTV. Un'ironica provocazione. Perfettamente riuscita. Mtv fustiga allegramente se stessa, con una campagna pubblicitaria basata su valori completamente opposti a quelli del suo pubblico abituale.

Gli ingredienti: una pagina web dal nome paradossale – www. nomiresmtv. com (non guardare Mtv) – una finta "Associazione Nuova Rinascita, per una gioventù senza macchia" e, soprattutto, un motivetto dal titolo inequivocabile: "Amo Laura, ma aspetterò fino al matrimonio".

Sì, il tema di fondo della campagna è l'invito alla castità, qualcosa che non è precisamente in linea con il sentire della maggioranza degli utenti della tv musicale. E dei giovani spagnoli in generale. Basta dare una rapida occhiata ai contenuti della pagina "anti-Mtv", per capire che non si tratta di una iniziativa moralizzatrice della Conferenza episcopale o dell'Opus Dei. I protagonisti del videoclip di "Amo Laura", interpretato dal grupo "Happiness", sono quattro giovani sorridenti e felici, con abbigliamento e pettinature anni Sessanta. Il loro inno alla castità ha il sapore, com'era nelle intenzioni degli ideatori, di qualcosa di stantìo, superato dalla storia e dall'evoluzione della società.

Ma quel che forse non avevano previsto i creativi dell'agenzia di pubblicità "Tiempo Bbdo", tutti di età inferiore ai trent'anni, era il risultato immediato e spettacolare della campagna: in pochi giorni, più di settecentomila utenti hanno scaricato il videoclip su Internet, e la canzoncina, già rilanciata da radio e tv, si candida prepotentemente a trasformarsi in motivo musicale dell'estate. Il paradosso è che, come riconosce l'autore del testo Carlos Martín, la canzone è stata scritta "con ironia e senso dell'umorismo", ma i contenuti in sè piacciono molto ai giovani dei movimenti cattolici piùtradizionalisti. "Vorrei baciarti, ma senza sporcarti. Vorrei abbracciarti, ma senza smettere di rispettarti. Amare è saper aspettare. Amo Laura ma aspetterò fino al matrimonio. Non strapperò questo fiore, non sarò io a distruggerlo". E poi una voce in "off", con tono curiale: "Giovane, ricorda che l'amore nasce dal rispetto, che non c'è niente di più bello in una coppia che saper aspettare insieme quel momento meraviglioso che è la consumazione di un amore. La tua pazienza sarà ricompensata". Il risultato perfetto: una campagna che piace sia ai veri destinatari, ossia i giovani che non credono in questi valori e recepiscono il messaggio come una strizzatina d'occhio, sia a chi, invece, crede ancora nell'importanza della castità.

[Via Repubblica]

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: