Candele

26 aprile, 2006

Questa foto l'ho scattata qualche sera fa, per terra. Sono riuscita ad imprimere tutto il calore che c'era anche senza il fuoco acceso. E l'ho titolata Candele. Sto amando profondamente il calore e la morbidezza che sono riuscita a imprimere.

L'ho mostrata ad un amico carissimo, e mi ha scritto:

"Eppure da qualche parte un mistero di luce arriva. Debole ma arriva. Molti filosofi della scienza affermano che il buio assoluto (esattamente come il nulla assoluto) non esiste nell'universo della nostra materia. Per trovare il buio e il nulla assoluto bisogna spostarsi nell'universo dell'antimateria che nega la luce e il pieno. Però – paradossalmente – materia e antimateria sono legati assieme dalla necessità che senza una non vi è l'altra. Sono obbligate ad essere una di fronte all'altra senza mai poter venire a contatto, pena la loro distruzione. La tua è la fotografia di un tempo sospeso, di una luce che arriva ma che non c'è ancora del tutto. Sono queste le fotografie che amo, le fotografie dell'assenza, dove qualcosa è assente, qualcosa manca, ma sta per arrivare o arriverà oppure se nè appena andato. E' anche una fotografia che fa soffrire perchè non è come la vorremmo; la vorremmo compiuta, finita, una storia a tutto tondo. E invece no, la storia deve ancora farsi, la compiutezza è di là da venire. In questo il tempo è sospeso. E' il tempo che passa tra un respiro e l'altro, tra un battere e l'altro di ciglia."

Grazie, di cuore.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: